martedì 21 dicembre 2010

Università, lettera degli studenti "Napolitano non firmi la legge"


ROMA - «Vogliamo però interloquire con chi ha detto, in questi giorni, che bisogna ascoltare il nostro disagio, perciò domani una nostra delegazione porterà una lettera al Presidente Napolitano». Lo annunciano in una lettera aperta «gli studenti e le studentesse della Sapienza in mobilitazione». Una lettera indirizzata al Prefetto, al Sindaco e al Questore di Roma con cui chiedono l’autorizzazione alla manifestazione ponendogli però la domanda: «siete disposti a garantire il diritto di manifestare?»
A un giorno dall’approvazione del dl Gelmini- approvazione che arriverà domani, dopo una lunga giornata di bagarre in Senato- gli studenti chiedono che sia garantita la possibilità di sfilare. «Rispetto queste posizioni, ma noi andiamo avanti. Il ddl deve passare quanto prima per dare alle università regole certe, per riaprire i concorsi e utilizzare le risorse che abbiamo recuperato», ha detto la Gelmini.
Roma è blindata: le autorità hanno disposto più uomini rispetto al 14 dicembre scorso ed un dispositivo più dinamico, che consenta alle forze di polizia di muoversi in maniera agile dietro al corteo degli studenti e bloccare ogni tentativo di azione violenta. In queste ore il sito «Atenei in rivolta» sta pubblicando le diverse iniziative che, da Nord a Sud, si susseguiranno per tutto il corso della giornata, in concomitanza con il corteo nazionale di Roma.

Fonte: http://www3.lastampa.it

Nessun commento:

Posta un commento