giovedì 24 giugno 2010

Maturità 2010: Terza Prova, ecco come sarà


Dopo la Seconda Prova di ieri, che ha visto i tanti studenti alle prese con le materie di indirizzo, venerdì ci sarà la terza e ultima prova per la Maturità 2010, prima degli orali.
La seconda prova è risultata, almeno per molti studenti intervistati, quella più facile, soprattutto per gli esaminandi di liceo scientifico e liceo classico, che non hanno trovato troppo astrusi la versione di greco e il compito di matematica.
Quest’anno tra la Seconda e la Terza Prova non ci sarà una settimana di tempo, ma bensì solo un giorno. Quindi, gli studenti avranno solo oggi per dare l’ultima ripassata e affrontare il cosiddetto quizzone di venerdì 25 giugno.
La Terza Prova ha lo scopo di verificare le conoscenze dello studente, acquisite durante l’ultimo anno di studi. Per tutti gli studenti che durante l’ultimo anno, hanno studiato una lingua straniera, ci sarà anche l’esposizione in lingua di uno degli argomenti che fanno parte della prova.
La prova, non sarà elaborata dal Ministero, bensì dalla Commissione esaminatrice che sceglierà gli argomenti in base al programma studiato dagli studenti il quinto anno. Le materie scelte saranno comunque quelle trattate dagli insegnanti che compongono la commissione di Maturità.
Gli studenti, devono solo ripassare velocemente, perché nella Terza Prova è necessario conoscere i concetti fondamentali.
Addio forse dal 2012 a questa prova, in quanto il ministro Maria Stella Gelmini vuole introdurre il Quizzone con risposta multipla.

Fonte: http://notiziefresche.info/

mercoledì 23 giugno 2010

Militare italiano muore in un incidente in Afghanistan


Un militare italiano, il caporal maggiore scelto del 32esimo Reggimento Genio Guastatori, Francesco Saverio Positano, è deceduto oggi alle 19.04 locali, a seguito di un incidente avvenuto nei pressi di Shindand, nel corso di una ricognizione condotta da una pattuglia costituita da quattro veicoli della compagnia genio in forza alla Task-Force Centre. Lo riferisce in una nota il comando del contingente italiano ad Herat.
Secondo le prime ricostruzioni, la colonna, costituita da due Lince e due mezzi blindati speciali del tipo "Cougar" e "Buffalo", era ferma per la verifica di un tratto della strada che congiunge Shindand a Herat. Durante la sosta il militare avrebbe perso l'equilibrio cadendo dal "Buffalo" e riportando un forte trauma cranico. Subito soccorso dagli altri componenti della pattuglia e da un'equipe medica giunta pochi minuti dopo sul posto, il militare, apparso già in gravissime condizioni, è stato evacuato in elicottero presso l'ospedale da campo statunitense di Shindand, dove è morto poco dopo nonostante i tentativi di rianimazione.

Fonte: http://mondo.agrigentonotizie.it

SAVIANO UCCISO SU "MAX". LUI: "FOTO DI CATTIVO GUSTO"


«Trovo il fotomontaggio che mi rappresenta morto in obitorio di cattivo gusto». Così lo scrittore Roberto Saviano commenta la fotografia che apparirà nel prossimo numero del mensile Max (in edicola venerdì) nel quale campeggia la sua immagine di cadavere steso su una barella da obitorio con tanto di cartellino di identificazione legato all'alluce, ripreso di scorcio dai piedi. Una postura - accompagnata dalla scritta 'Hanno ammazzato Savianò - che riprende il Cristo di Mantegna e la famosa foto di Che Guevara morto. La notizia dell'iniziativa del mensile è stata anticipata oggi da alcuni quotidiani. «Un'immagine - dice Saviano - utilizzata per speculare cinicamente sulla condizione di chi come me in Italia e all'estero vive protetto. Un'immagine profondamente irrispettosa per tutti coloro che per diversi motivi, spesso lontano dai riflettori, rischiano la vita. Tutta questa pressione sulla mia morte, poi, lascia sgomento me e la mia famiglia. Ad ogni modo rassicuro tutti: non ho alcuna intenzione di morire».

Fonte: http://www.leggo.it

domenica 20 giugno 2010

Stonehenge. Domani si celebra il solstizio d'estate nel misterioso sito


Come ormai avviene da anni migliaia di persone domani 21 giugno raggiungeranno l'Inghilterra e precisamente Stonehenge nel Wiltshire, uno dei luoghi tuttora avvolti dal mistero per celebrare il solstizio d'estate. Per molto tempo si ritenne che questo luogo enigmatico fosse stato eretto in mille anni, dal 2100 al 110 avanti Cristo. Ma nel 1996, dopo un accurato studio da parte della English Heritage Foundation i ricercatori scoprirono che i grandi anelli di pietre furono trasportati in un'epoca più antica e cioè tra il 2600 e il 2030 avanti Cristo.
Tuttavia un anno più tardi arrivò un'altra teoria rimise tutto in discussione, datando questo sito addirittura a 8mila anni a.C.. Ma a parte le varie ipotesi che si sono succedute sulla nascita di questo sito archeologico, rimane un mistero il motivo per cui fu costruito e soprattutto chi e come furono trasportate le pietre, ognuna delle quali pesa circa 50 tonnellate per la considerevole distanza di 385 chilometri. Qualcuno ipotizza che dietro il mistero vi sia uno scopo esclusivamente religioso con tanto di rituali. Le prime notizie su Stonehenge appaiono per la prima volta nel libro De bello gallico di Giulio Cesare, scritto attorno al 50 a.C., che ci riporta sulle orme della religione druidica: "Il principale loro insegnamento - scrisse Cesare - è l'immortalità dell'anima e la sua migrazione dopo la morte, da un corpo all'altro...Vengono anche trattate e insegnate ai giovani molte questioni sugli astri e i loro movimenti, sulla grandezza del mondo e della terra, sulla natura..." Ad ogni modo l'allineamento preciso e la geometria di questo luogo sembrano voler dirci che i costruttori di Stonehenge ritenevano molto importante lo studio astronomico e in particolar modo il solstizio d'estate.

Fonte: http://www.dazebao.org

domenica 13 giugno 2010

Doodle 4 Google – "I love football"


Doodle for Google è un concorso in cui invitiamo i giovani a disegnare il logo di Google con uno stile personale (creando un cosiddetto "doodle").
Il mese scorso abbiamo invitato bambini e ragazzi di età compresa tra i 4 e i 17 anni a dare sfogo alla propria creatività sul tema della passione per il calcio, chiedendo loro di disegnare il logo di Google.
Abbiamo ricevuto moltissimi disegni, opere d'arte adorabili, creative e uniche. Poi abbiamo dovuto scegliere i doodle che sarebbero entrati nella fase finale del concorso: uno de compiti più impegnativi, entusiasmanti e piacevoli, che ci ha tenuti impegnati nelle scorse settimane. Fai clic qui per vedere i finalisti italiani.
Infine, gli utenti italiani hanno votato il loro doodle preferito tra i finalisti.
Il vincitore per l'Italia è: Manuel Colarusso, di 16 anni. Congratulazioni! Oltre a essere mostrato sulla home page di Google Italia, il doodle di Manuel parteciperà al concorso mondiale e avrà la possibilità di essere visualizzato sulla home page di Google a livello internazionale.
Il doodle di Manuel sarà sull'home page di Google lunedì 14 giugno, giorno della prima partita della nazionale italiana ai mondiali del Sud Africa.

Nome: Manuel Colarusso
Età: 16

Il calcio ha spesso creato un legame a volte temporaneo tra persone con culture differenti. Per questo, nel mio logo, ho voluto rappresentare quest'unione che nasce dall'amore per il calcio.

Fonte: http://www.google.it

ECCO LA VERA RAGIONE PER CUI CONTINUA LA FUORIUSCITA DI PETROLIO


Come è risaputo, la Deepwater Horizon è esplosa nel Golfo del Messico. E’ da più di un mese che sta riversando petrolio da un tubo danneggiato.
La BP e il Governo statunitense hanno affermato di stare facendo tutto il possibile per fermare la fuoriuscita di tutti quei milioni di litri di petrolio nel Golfo del Messico.
Sto per contestare tale affermazione, e dimostrare che la storia di loro che cercano di fare tutto il possibile è una bugia, oltre che un’iniziativa redditizia per coloro che possono trarre arricchimento da questo disastro.
Il metodo Top Kill è stato avviato e fermato diverse volte. E’ stato un tentativo incerto. Questo perché non si fanno soldi con una soluzione così semplice.
I soldi veri si fanno con l’uso dei disperdenti.
C’è una compagnia che si chiama NALCO. Loro producono sistemi di purificazione delle acque, e disperdenti chimici.
La NALCO ha base a Chicago, con filiali in Brasile, Russia, India, Cina e Indonesia.
La NALCO è associata a un programma della University of Chicago Argonne. La University of Chicago Argonne ha ricevuto 164 milioni di dollari di fondi incentivi nell’ultimo anno. La University of Chicago Argonne ha appena aggiunto due nuovi dirigenti al suo elenco. Uno della NALCO. L’altro dal Dipartimento dell’Educazione dell’Illinois.
Scavando un po’ più a fondo, si può scoprire che la NALCO ha anche legami con Warren Buffett, Maurice Strong, Al Gore, Soros, Apollo, Blackstone, Goldman Sachs, Hathaway Berkshire.
Warren Buffett e Hathaway Berkshire hanno incrementato le loro quote NALCO proprio lo scorso Novembre (il tempismo è tutto).
Il disperdente chimico è noto col nome di Corexit. Quello che fa è mantenere il petrolio al di sotto della superficie dell’acqua. Dovrebbe scomporre la fuoriuscita in perdite di dimensioni minori. E’ tossico ed è proibito in Europa.
La NALCO afferma di stare utilizzando versioni più vecchie e più recenti del Corexit nel Golfo. (perché si dovrebbe avere bisogno di una versione più nuova, se quella vecchia funziona bene?)
In questa truffa ci sono grandi quantità di denaro, e grandissimi giocatori. Mentre lasciano che il petrolio si diffonda nel Golfo del Messico, la posta in gioco e i profitti salgono.
I delfini, le balene, i lamantini, le tartarughe marine, e i pesci vengono soffocati e muoiono. Le regioni costiere, le paludi salmastre, le attrazioni turistiche e le proprietà balneari vengono distrutte, anche permanentemente. La qualità dell’aria si abbassa. L’industria peschiera del Golfo del Messico viene messa in ginocchio.
Tutto questo per creare la richiesta del loro costoso e redditizio veleno.

Fonte: http://www.comedonchisciotte.org

venerdì 11 giugno 2010

Mondiali di calcio 2010. La prima volta del Sudafrica


Come le Olimpiadi 2008 per la Cina, così i Mondiali di calcio 2010 rappresentano un traguardo storico per il Sudafrica e per l'Africa intera, che ospitano per la prima volta uno dei più importanti eventi sportivi internazionali. Il paese ha compiuto uno sforzo enorme per giungere preparato all'appuntamento e per presentarsi al mondo senza sfigurare al confronto dei predecessori. Non si è trattato soltanto di costruire gli impianti sportivi necessari. Innanzitutto occorreva potenziare le vie di comunicazione: l'8 giugno è stato inaugurato, ad esempio, il primo collegamento ferroviario ad alta velocità di tutto il continente, che consente di percorrere la distanza tra il centro di Johannesburg e l'aeroporto in 15 minuti. Ma prima ancora è stato necessario mettere in sicurezza quelle esistenti: anche a causa delle pessime condizioni stradali, ogni anno muoiono oltre 15.000 persone in incidenti, più del doppio che in Italia, dove però i veicoli sono oltre 43 milioni contro i 9 circolanti in Sudafrica. Con orgoglio, a marzo, il ministro dell'Ambiente ha poi annunciato che nelle città che ospitano i mondiali gli alberghi potranno fornire ai clienti acqua potabile, diversamente da quanto succede in tanti altri Stati africani, e ha assicurato l'assenza di malattie causate da acqua di cattiva qualità.
Occorreva anche fornire un'immagine dignitosa e rassicurante. Per questo decine di migliaia di persone nelle città principali sono state costrette dalle autorità, senza tanti complimenti come d'altra parte succede continuamente in tutto il continente, ad andarsene perdendo abitazioni e attività economiche: nella sola Città del Capo 20.000 persone sono state sfrattate e rinchiuse in un campo per profughi; dappertutto venditori ambulanti e mendicanti sono stati allontanati dai quartieri che ospiteranno i turisti sportivi. Le forze dell'ordine, inoltre, hanno attuato una sorta di «repressione preventiva» intervenendo negli ultimi mesi con speciale frequenza e determinazione per scoraggiare le manifestazioni di protesta e i continui episodi di violenza urbana che si verificano soprattutto nelle affollate township dove milioni di persone vivono il disagio della povertà, a cui si aggiunge la frustrazione delle promesse mancate dei governi post apartheid che avevano garantito case, luce elettrica, acqua corrente, fognature, sistemi di raccolta dei rifiuti: in sostanza per tutti una qualità di vita migliore che invece ancora manca alla maggior parte della popolazione.

Fonte: http://www.ragionpolitica.it

giovedì 10 giugno 2010

ARRIVA FRONTIERVILLE FACEBOOK DA FAR WEST


Zynga, madre del gioco più gettonato del social network che conta quasi 70 milioni di contadini virtuali, ha lanciato Frontierville, mondo parallelo in cui gli utenti possono sperimentare territori selvaggi e cominciare una nuova vita. Cercatori d'oro virtuali alla conquista del West: potrebbe essere questo il nuovo "tormentone" del popolo di Facebook, già drogato dal mondo contadino di Farmville. «I giocatori possono crearsi una famiglia virtuale nel Far West - spiega Brian Reynolds, general manager di Frontierville - 'sposarsì e allevare piccoli avatar». Nuove anche le possibilità di interazione con gli 'amicì, che ad esempio potranno essere assoldati per lavorare nella propria tenuta. In un primo momento il gioco sarà accessibile soltanto da Facebook, ma in futuro non si esclude che possa aprirsi ad altre piattaforme. La società californiana ha appena rilasciato un'applicazione di Farmville per iPhone e di recente ha stretto un accordo con Yahoo! per portare i suoi giochi anche sui siti della compagnia di Sunnyvale. Secondo i dati forniti da Zynga, sono più di 230 milioni gli utenti complessivi dei suoi giochi su Facebook, tra Farmville, Cafe World, Mafia Wars e Treasure Isle per citarne alcuni, in pratica quasi la metà degli utenti del social network.

Fonte: http://www.leggo.it

martedì 8 giugno 2010

ROMA, MILITARI AVVISTANO UFO: "GIRAVA SUL CUPOLONE"


Misterioso avvistamento nei cieli di Roma. Tre soldati hanno denunciato di aver avvistato e filmato un oggetto volante con tre punti luminosi sospeso nel cielo. L'avvistamento è avvenuto l'altra notte alle 4. L'oggetto, che volteggiava praticamente nell'orbita del Cupolone, è stato avvistato da tre militari del 17esimo Reggimento di stanza a Sabaudia: in pratica, la Contraerea. A riportare la notizia è 'Il Messaggerò, che spiega che i tre soldati "erano in servizio di piantonamento, davanti alla residenza dell'ambasciatore americano presso la Santa Sede". "Dopo l'avvistamento hanno fermato una pattuglia dei carabinieri", prosegue il quotidiano, che aggiunge che "è stata avvisata la centrale e controllata la zona". Secondo quanto riferito dal 'Messaggerò, «i tre militari della Contraerea hanno compilato un modulo, quello previsto per il 'Rilevamento ottico di ufò. Nella descrizione si parlerebbe di tre 'oggetti di forma sferica particolarmente luminosà e 'sospesi a circa 100 metri da terrà".. "Proprio domenica scorsa, cioè 8 ore prima al Gianicolo - prosegue il quotidiano - numerosi automobilisti che percorrevano l'Aurelia e l'Autostrada A12 nel tratto compreso tra Civitavecchia e Santa Marinella, hanno dichiarato di aver visto un oggetto di forma circolare e molto luminoso attraversare il cielo".

Fonte: http://www.leggo.it

lunedì 7 giugno 2010

Camminare sull'acqua in un pallone? In India si può


Potrebbe diventare lo sport dell'estate: è il water walking, letteralmente camminare sull'acqua e non è riservato solo alle "divinità in erba". Si tratta di passeggiare in questo pallone gigante, gonfiato ad aria, che consente di non affondare e anche di smaltire calorie quanto una faticosa seduta in palestra."Anche se non riesco ancora a tenere l'equilibrio - dice questa ragazza - è molto divertente e sono già riuscita a perdere un chilo in una sola settimana""Ho publicizzato questa iniziativa per i turisti, soprattutto per i bambini - spiega Manojit, promoter della Water walking ball - tuttavia abbiamo scoperto che puo' servire anche per l'esercizio fisico, quindi realizzeremo nuove palle galleggianti".Si puo' passeggiare da soli o in compagnia ma, come si vede, non è facilissimo anche se sono tutti d'accordo sul fatto che andare in giro sull'acqua è molto più divertente che sudare su un tapis roulant.

Fonte: http://video.tiscali.it

Texas, forte esplosione in un pozzo di estrazione di gas


Un pozzo di estrazione di gas è esploso in Texas. Da quanto riferito dal Dallas News ci sarebbero 3 morti e 10 dispersi. Notizie che non trovano conferme tra i responsabili dei soccorsi: “Stiamo tentando di bloccare l’afflusso di gas per poi avvicinarci e fare un bilancio dei danni a cose e persone”.
Non si hanno ancora notizie concrete sulle cause dell’esplosione ma le immagini televisive immagini hanno mostrato una grande palla di fuoco arancione ardente e alcuni veicoli carbonizzati. L'impianto di gas naturale si trova nella Contea Johnson (in Texas). Da quanto riferito dai testimoni l'esplosione ha fatto tremare la terra per una decina di minuti.
L'incidente si sarebbe verificato ad una conduttura di gas appartenente alla Enterprise Product Partners. La conduttura attraversa gran parte dello stato del Texas trasportando gas naturale tenuto sotto alta pressione.
Le autorità locali hanno detto che non è stata ordinata per il momento alcuna evacuazione dell'area vicina al luogo dell' incidente che si trova a circa 50 miglia (80 chilometri) a sud-ovest di Dallas.

http://tg24.sky.it

APPLE: IPHONE 4G, IN VENDITA DAL 24 GIUGNO A 199 E 299 DLR


L'iPhone 4G sara' in vendita dal 24 giugno in Usa, Gran Bretagna, Francia, Germania e Giappone a 199 e 299 dollari, rispettivamente la versione da 16GB e 32 GB.
Con i suoi 9,3 millimetri di spessore, e' il 24% piu' sottile del 3GS, ed ha due microfoni, display con una risoluzione quattro volte superiore e una fotocamera frontale per le videochiamate. Migliora anche la qualita' delle immagini: la videocamera posteriore da 5 megapixel e' dotata di flash.

Fonte: http://www.agi.it

MORTO CABLE, BATTERISTA DEGLI STEREOPHONICS


Stuart Cable, l'ex batterista degli Stereophonics, è stato trovato morto nella sua abitazione nel villaggio di Llwydcoed, nel Galles meridionale. Aveva 40 anni. Un portavoce della polizia ha affermato che le indagini sul decesso sono in corso ma che per ora non sembra che le circostanze della morte siano sospette. Cable aveva fondato gli Stereophonics nel 1992 insieme a Kelly e Richard Jones e nel giro di quattro anni il gruppo aveva raggiunto una fama internazionale. Il batterista era stato licenziato dalla band nel 2003 a causa di alcune incomprensioni con Kelly Jones e perchè voleva coltivare la sua carriera di presentatore televisivo e radiofonico. recentemente aveva ricominciato a suonare con la band Killing for Company. Soltanto sabato sera gli Stereophonics avevano tenuto un concerto davanti a 30mila persone al Cardiff City Stadium, ma lui non era andato a trovare la sua ex band, con la quale aveva firmato pezzi che avevano scalato le classifiche internazionali come Have a nice day.

Fonte: http://www.leggo.it

sabato 5 giugno 2010

Schiavone vince il Roland Garros


PARIGI - Francesca Schiavone entra nella storia del tennis. La Leonessa ha vinto il Roland Garros, il più importante torneo del mondo sulla terra battuta, superando in finale l’australiana Samantha Stosur, numero 7 del mondo, con il punteggio di 6-4 7-6 (2) in un’ora e 37’. È la prima vittoria di una tennista italiana in una prova del Grande Slam. In campo maschile ci era riuscito Adriano Panatta, nel lontano 1976, proprio sulla terra rossa di Parigi. Grazie a questo trionfo la tennista milanese diventerà numero 6 nel ranking femminile.
L’azzurra ha compiuto l’impresa con una prestazione memorabile per qualità, personalità e intelligenza tattica. Non si è fatta impressionare dall’avvio lanciato dell’avversaria: la Stosur non ha concesso nemmeno un punto nei primi 2 turni di battuta. La Schiavone ha avuto il merito di rimanere in scia, tenendo testa alla rivale con 2 ace. Il quinto gioco è stato il più combattuto della fase iniziale del match. L’australiana ha cominciato con un paio di errori ma da 0-30 ha rimediato grazie alla potenza del servizio e del dritto. Alla battuta si è aggrappata anche l’azzurra, che ha trovato il prezioso terzo ace per evitare guai nell’ottavo game. Sul 4-4, è arrivata la svolta del primo parziale. Con una condotta impeccabile, impreziosita da un attacco perfetto, la Schiavone si è procurata 3 palle break: la Stosur ha annullato le prime 2 ma si è arresa sulla terza. Avanti 5-4, la "leonessa" ha risolto i problemi aggrappandosi alla prima di servizio e ha completato l’opera quando la sua avversaria ha affondato in rete l’ennesimo rovescio: 6-4 in 40’.
La Schiavone ha continuato ad interpretare la sfida in maniera perfetta anche all’inizio del secondo set. Ha costretto la Stosur a scelte tattiche sgangherate e punito l’avversaria spesso incerta a rete. La Stosur ha però cambiato marcia imponendo il ritmo con il solito dritto martellante. È scappata sul 4-1, dando l’impressione di poter agevolmente approdare al terzo set. All’improvviso, però, ha dovuto fare i conti con una rivale rinata. La Schiavone, latitante per un paio di game, è rientrata prepotentemente in partita con una reazione degna del suo soprannome. Ha ritrovato il servizio ed è risalita fino al 4-4, tenendo poi il passo con altri 2 ace determinanti per confezionare il 5-5. Senza sussulti, il set è arrivato all’epilogo del tie-break. Dal 2-2, l’azzurra ha regalato prodezze a ripetizione: 4 punti vincenti per arrivare al 6-2. Il primo matchpoint è stato sufficiente: la Stosur si è arresa dopo 1h37’.
All’errore della sua avversaria che le ha regalato la vittoria, l'azzurra ha alzato le braccia al cielo agitandole in segno di incredulità per poi gettarsi, esausta e felice, a terra con le mani al viso prima di baciare la terra del campo centrale Philippe Chatrier del Roland Garros. Quindi la Schiavone ha raggiunto il gruppo di amici e parenti che per tutto l’incontro l’ha incoraggiata e si è stretta in un abbraccio col suo allenatore Corrado Barazzutti. Si è poi arrampicata in cima agli spalti del centrale del Roland Garros per concedersi un bagno di folla tra i suoi tifosi più accaniti. Gioendo tra il pubblico, la tennista di Milano è stata coperta da una grande bandiera italiana.
"Mi sento una vera campionessa, mi sento fantastica". Francesca Schiavone fatica a controllare l’emozione nella cerimonia di premiazione dopo il trionfo nella finale del Roland Garros. "Devo dire qualcosa... non ho preparato niente... ", abbozza la milanese dopo aver ricevuto il trofeo dalle mani di Mary Pierce, ex fuoriclasse franco-canadese. L’azzurra progressivamente si scioglie rivolgendosi al pubblico che ha gremito gli spalti del campo Phillipe Chatrier. In particolare, rende omaggio all’avversaria battuta oggi, l’australiana Samantha Stosur. "È una grande atleta, una grande persona", dice in inglese prima di parlare direttamente alla 26enne di Brisbane: «Meriti di essere qui la prossima volta, sei ancora molto giovane».
In italiano, si rivolge al suo entourage e ai suoi tifosi: "Penso che senza il vostro supporto non sarei quello che sono e non avrei fatto quello che ho fatto. Siete nel mio cuore". Quindi, il saluto ai genitori: "Vorrei salutare mamma e papà che sono a casa". Per chiudere, in un clima sempre più informale, il ringraziamento alla Pierce: "Grazie per essere qui oggi". La tennista ha poi ricevuto una telefonata di complimenti del presidente della Repubblica Napolitano.

Fonte: http://www.lastampa.it

Ologrammi e Olografia


Di recente hanno fatto un sacco di scalpore le nuove tecnologie 3D cinematografiche, che ci permettono di gustare come mai prima d’ora film come Avatar. Quello che la maggior parte delle persone ignora è che in effetti si tratta di un 3D percepito, ma non effettivo. Le immagini rimangono bidimensionali, e l’effetto 3D è ottenuto tramite la sovrapposizione di due differenti set di fotogrammi “sfalsati” tra loro, che se visualizzati con gli opportuni occhialini, restituiscono la sensazione di profondità al nostro occhio. In pratica si gioca sulle capacità interpretative del nostro cervello in fatto di immagini, tant’è che alla fine della visione, e anche durante la stessa, le sensazioni che si provano possono anche provocare fastidio negli osservatori più sensibili. Tuttavia la teoria per creare delle immagini che siano effettivamente volumetriche e tridimensionali esiste… Benvenuti nel mondo della olografia…
Il termine olografia deriva dal greco hólos, “tutto”, e grafē, “disegnare”. Sin dal nome si intuisce che, differentemente da quanto accade nella fotografia, un ologramma è in grado di riprodurre un oggetto da tutti i possibili punti di vista. Premetto subito che siamo ben lontani dall’aver sviluppato un sistema di display volumetrici in grado di generare immagini olografiche arbitrarie, e per ora siamo vincolati a riprodurre esclusivamente immagini statiche registrate in precedenza. È anche vero che ora come ora l’interesse principale per l’olografia risiede nella capacità di queste tecniche di incrementare incredibilmente la capacità di immagazzinamento dei supporti di memorizzazione ottica: una memoria olografica potrebbe sfruttare letteralmente una dimensione spaziale in più per immagazzinare i dati, essendo in grado di utilizzare l’intero volume della cella di memoria anziché la sola superficie.
I principi che stanno dietro alle tecniche olografiche sono fondamentalmente due. Il primo, l’interferenza delle onde elettromagnetiche, stabilisce che la sovrapposizione di due o più onde elettromagnetiche dà origine ad una terza onda, somma delle prime due. Il secondo è la diffrazione, che stabilisce le regole secondo le quali la luce curva o meno incontrando ostacoli sul proprio cammino. Mentre in una fotografia si registra una mappa di intensità della luce (tot punti di tal colore e intensità) da un unico punto di vista (quello della macchina fotografica), l’ologramma registra quello che viene definito speckle pattern di interferenza. All’atto pratico, un fascio di luce coerente (ovvero in cui tutte le onde elettromagnetiche hanno all’incirca tutte la stessa frequenza e quindi differenza di fase costante, come in un laser) viene diviso in due parti separate. Una di queste (il fascio di illuminazione) incide sull’oggetto che si vorrà poi riprodurre, e rimbalzando da esso impressiona il mezzo di registrazione (che può essere anche una lastra fotografica).
Nello stesso momento, la lastra viene impressionata anche dal secondo fascio, detto “di riferimento”, cosicché in effetti a venir registrata è l’interferenza risultante dall’interazione dei due fasci.

Fonte: http://www.camminandoscalzi.it

venerdì 4 giugno 2010

Giornata dell'Ambiente, le iniziative e il Panda d'Oro del Wwf


Nella Giornata mondiale dell’Ambiente - istituita dall’Onu per ricordare la conferenza di Stoccolma sull'ambiente umano del 1972, da cui prese avvio il Programma Ambiente delle Nazioni Unite e che sabato 5 giugno verrà celebrata in tutto il mondo sotto l’egida dell’ONU dal titolo “Milioni di specie. Un pianeta” - il Wwf Italia promuove nel corso del weekend decine di iniziative diverse in varie parti del Paese ma con un comune denominatore, ovvero il richiamo ad un’attenzione alla tutela delle risorse naturali del pianeta, per diffondere la cultura ambientale e tutelare concretamente il nostro patrimonio naturale.
In particolare, nella Giornata mondiale dell’Ambiente, il Wwf lancerà il “Panda d’oro”, l’Oscar per l’ambiente italiano, che premierà ad autunno i migliori progetti di conservazione, gestione e valorizzazione della biodiversità, e consegnerà una speciale Menzione Wwf, nell’ambito del festival CinemAmbiente di Torino rivolta ai cortometraggi internazionali di denuncia delle tematiche ambientali.

IL PANDA D’ORO 2010
La Giornata dell’Ambiente si aprirà con il via sul sito del Wwf www.Wwf.it alle candidature per l’Oscar per l’Ambiente del Wwf, il Panda d’Oro 2010. Giunto alla sua quinta edizione il premio è assegnato ai progetti che rappresentano buone pratiche per la conservazione della biodiversità. Edizione speciale nell’Anno della Biodiversità che coinvolgerà una giuria popolare che potrà sceglierà il progetto migliore. Le candidature potranno provenire da Enti, Regioni, Province, Comuni, Comunità Montane, Enti Parco e altri enti gestori di aree naturali protette, Agenzie Regionali per la protezione dell’Ambiente o altre agenzie o enti che svolgono progetti sulla biodiversità, ma anche società private di progettazione. Dal 3 settembre si potrà votare il progetto migliore scegliendo sul sito tra quelli selezionati da una speciale commissione del Wwf. La cerimonia di premiazione è prevista il 4 ottobre. 5 le categorie individuate: “Terra-specie”, “Terra-habitat”, “Mare-Specie”, “Mare-habitat” e “Custode della biodiversità”, ovvero, premio riservato ad una persona che si è particolarmente distinta per un’azione concreta per la conservazione, gestione e valorizzazione della biodiversità. Nelle 4 edizioni precedenti il Wwf ha premiato progetti che hanno coinvolto praticamente tutte le regioni, sia come enti che come territorio interessato, con un primato all’Emilia Romagna. Tra gli enti maggiormente premiati le Province che hanno visto assegnarsi ben 8 Panda d’Oro, seguite dagli Enti gestori di aree naturali protette (6) e il Corpo Forestale dello Stato (4). Molti dei progetti premiati erano interessati da finanziamenti Life dell’Unione Europea. Un’edizione speciale nel 2005 venne dedicata al turismo sostenibile.

Gli eventi previsti per la Giornata dell’Ambiente:

CINEMAMBIENTE - TORINO
La 13ma edizione del Festival CinemAmbiente è realizzata con la speciale partnership del Wwf che partecipa con tre novità. Per il Wwf è infatti importante riconoscere, valorizzare e sostenere l’impegno delle arti che lavorano per la diffusione e sensibilizzazione sul tema della biodiversità, per renderla visibile e condivisibile come patrimonio comune. E’ stata creata una Menzione Wwf rivolta ai cortometraggi internazionali che partecipano al Festival per individuare quello che meglio rappresenta le tematiche di denuncia dei problemi ambientali o dello sviluppo sostenibile o più in generale del rapporto tra uomo e ambiente. Sabato 5 giugno Evento speciale Wwf . Alle ore 16,30 nell’ambito degli eventi del festival verrà riproposto al pubblico il celebre lungometraggio “Anima Mundi” di Godfrey Reggio, che fu realizzato nel 1991 per la prima campagna sulla biodiversità del Wwf internazionale, grazie alla donazione di Bulgari. Sarà presente Isabella Pratesi responsabile conservazione del Wwf Italia. In concorso al Festival si vedrà anche il film "Il suolo minacciato del regista Nicola dall’Olio, prodotto da Wwf e Legambiente di Parma. Il documentario tratta lo scottante tema del consumo del suolo partendo dall’esempio della pianura padana.

VILLA ADA RACE TUTTA ‘ECOLOGICA’
La quinta edizione della corsa nella storica villa della Capitale è dedicata alla biodiversità e celebrata nella Giornata Nazionale dello Sport. Domenica 6 giugno l’appuntamento annuale, convocato dall’Associazione Podistica Dilettantistica Villa Ada Green Runner e che gode del patrocinio del Municipio Roma II, devolverà i fondi raccolti dall’iscrizione della gara al Wwf per sostenere le azioni di conservazione nel territorio del Lazio. Nel tempo il comune impegno per la tutela del complesso Monumentale di Villa Ada - Monte Antenne ha naturalmente evoluto la collaborazione tra Villa Ada Green Runner e Wwf in una scommessa per il futuro delle risorse naturali e della biodiversità, avviando un percorso che, traendo ispirazione dal patrimonio naturalistico della villa storica, ha raggiunto obiettivi volti alla sostenibilità ambientale. Villa Ada Race promuove infatti la raccolta differenziata spinta, mettendo a disposizione bidoncini per il corretto conferimento dei rifiuti, utilizza bicchieri in materiale compostabile, privilegiando dispenser riutilizzabili per acqua e bevande. La gara di 5,5 km, si svolgerà su strada sterrata nel cuore di una delle più belle Ville Storiche di Roma, è competitiva ed è stata inserita nel calendario FIDAL (Federazione Italiana Atletica Leggera). È prevista anche una corsa non competitiva aperta a tutti. A seguire la corsa dei bambini dai tre anni in su. Tra i premi di quest’anno anche di alcuni prodotti “Terre delle Oasi” provenienti dai territori protetti dal Wwf. Verranno premiati i primi tre assoluti uomini e donne, oltre ai premi per le società con più atleti iscritti arrivati. Ogni atleta sarà dotato di un chip per la rilevazione cronometrica. La partenza è alle 9.30, mentre il ritrovo è dalle ore 08,00 in via di Ponte Salario zona laghetto. Per le iscrizioni: info@villaadagreenrunner.it oppure 3391341457

RINGRAZIAMENTO SPECIALE NELL’OASI DI BOSCO ROCCONI
IN TOSCANA
Cinque ettari di natura protetta grazie a una coppia di neo sposi In questa giornata il Wwf vuole ringraziare in modo speciale la coppia di sposi Claudia Canessa e Lorenzo Agnoletto che hanno devoluto il corrispettivo dei loro regali di nozze per l’acquisto e la tutela di un pezzo di natura. Grazie ai fondi raccolti tra parenti e amici in occasione del loro matrimonio il Wwf ha infatti potuto allargare l’oasi Wwf di Rocconi, in Toscana, di ben 5 ettari. In una cerimonia dedicata agli sposi il Wwf inaugurerà il nuovo tratto protetto in una delle zone più selvagge, sovrastante le “Strette dell’Albegna”. L’oasi nata nel 1995 si trova nella Maremma interna, ed è particolarmente aspra e selvaggia, alte pareti verticali e pinnacoli rocciosi sovrastano un bosco di latifoglie e due corsi d’acqua.

VOLONTARI ALL’OPERA NELLA SELVAGGIA SPIAGGIA DI BURANO
Una giornata di volontariato in una delle spiagge più belle e meglio conservate del litorale tirrenico. Questi 12 km di costa nell’Oasi Wwf “Lago di Burano” rappresentano ancora un ecosistema dunale mediterraneo ben conservato poiché è possibile osservare piante rare come la santolina delle spiagge, il giglio delle sabbie, l’eringio, ecc, e incontrare coleotteri come la pimelia, la tentiria, o addirittura la rarissima eurinebrya, ma anche uccelli come il fratino o addirittura il succiacapre che talvolta nidifica tra i legni spiaggiati. L’appuntamento è per domenica 6 giugno (e per tutte le 3 domeniche successive) alle ore 8.30 presso il Centro Visite dell’Oasi. Il pranzo è offerto dall’Oasi.

FESTA DELLE LUCCIOLE NEL GIARDINO
DI VILLA REGINA-LIVORNO
Una serata ad ammirare le piccole lucciole nel Giardino delle Farfalle di Villa Regina, gestito dal Wwf Livorno.Questi piccoli insetti in questo periodo si concentrano nei lembi ancora privi di veleni e pesticidi. Sabato 5 giugno alle ore 21.30 la Festa delle lucciole sarà nel parco di villa Regina a partire dalle 21.30. L’ingresso è da Borgo Cappuccini. Ogni giardino, per quanto piccolo, può costituire un'oasi, dove tra i palazzi della città è ancora possibile vedere lo spettacolo notturno delle lucciole. I visitatori saranno accompagnati all’interno del parco pubblico per osservare un angolo di campagna, riscoprire i profumi, il silenzio e le piccole lucciole nell’oscurità: una serata alternativa ai consueti divertimenti estivi dei cittadini livornesi. La festa sarà a basso impatto ambientale: non sono previste grandi infrastrutture, un’illuminazione modesta, i suoni e le voci mantenute a basso volume. Questa festa vuole riproporre il concetto di parco pubblico come luogo di pace ed armonia per uomini e animali, come oasi e rifugio dallo stress cittadino. Il parco non risente di un alto inquinamento luminoso e le piante e i prati non sono trattati né con pesticidi né con altre sostanze indesiderate, soprattutto presso il Giardino delle Farfalle creato dal Wwf appositamente per accogliere insetti. Nel mese di giugno, cioè durante il periodo riproduttivo, le lucciole invadono il Giardino: potremo così muoverci tra decine di lanternine ondeggianti. I visitatori, organizzati in gruppi, saranno guidati dall’ingresso del parco posto in Borgo dei Cappuccini fino all’area del Giardino delle Farfalle. Gli accompagnatori avranno con sé torce elettriche. Sul posto, esperti entomologi illustreranno il fenomeno della bioluminescenza e descriveranno con brevi cenni la vita delle lucciole e altri insetti. L’unica eccezione, in questa notte buia, sarà rappresentata da alcune lampade a gas accese dietro ad un telo bianco che costituiranno una mini-postazione per osservare falene e coleotteri. A disposizione di tutti i visitatori saranno un'area per bambini con giochi sul tema degli insetti, un banchetto organizzato dagli attivisti della Sezione Wwf con depliant e materiale informativo, ed un piccolo buffet.

Fonte: http://www3.lastampa.it

mercoledì 2 giugno 2010

Mondiali 2010

martedì 1 giugno 2010

Yahoo vira verso il crowdsourching e acquisisce Associated Content


Tra i 90 e i 100 milioni di dollari. Questa la cifra spesa da Yahoo per l'acquisizione di Associated Content, un popolare sito di citizen journalism che in cinque anni ha raccolto qualcosa come due milioni di articoli e circa 300mila contributors. Il funzionamento del sito è semplice: si crea del contenuto originale (articoli, video, immagini o audio) su qualsiasi argomento; ci si connette così con un'audience di 30 milioni di visitatori mensili e si guadagna denaro ogni volta che il contenuto è visto.
Che Yahoo stia rivedendo tutta la sua strategia a proposito del media business è ben noto da tempo. Ma questa notizia ha lasciato perlplessi molti addetti ai lavori. Da una parte l'interesse di gettarsi nel mondo in costante crescita del crowdsourching media è incentivato dal tentativo di contrastare Aol, molto impegnato ultimamente nel settore dei "demand media". Ma ciò non basta a convincere gli esperti e proprio sulla filosofia dei demand media ci sono le maggiori perplessità.
I concetti chiave di questo modo di creare contenuti sono: basso costo, spesso bassa qualità ma la possibilità di essere ottimamente indicizzati nei motori di ricerca. Una filosofia che si discosta anni luce dalla ricerca del contenuto online "con il pedigree" che aveva contraddistinto l'azienda di David Filo e Jerry Yang sin dal 1994, un brand su cui gli altri brand fanno affidamento.
Che ne sarà dello spettro della "qualità"? Per alcuni Yahoo è semplicemente interessata alla tecnologia della piattaforma di Associated Content. Una tecnologia che però da sola non vale 100 milioni di dollari.

Fonte: http://reporters.blogosfere.it